தேவை 3 miliardi necessari per riavviare l’industria della moda italiana – WWD

தேவை 3 miliardi necessari per riavviare l’industria della moda italiana – WWD

Milano – Carlo Cabasa, capo della telecamera italiana Della Mota, parla all’industria della moda del paese.

Questa settimana, Kabasa era a Roma durante i colloqui tra la camera bassa dell’industria e la Commissione europea per il bilancio e gli affari del Senato per parlare delle opportunità del settore all’interno del piano nazionale di ripresa e recessione. In questo caso, ha calcolato l’importo necessario per riavviare l’industria della moda, che era stata gravemente colpita dal virus corona.

Secondo Kabasa e Camera, nell’ambito di un “intervento immediato” a sostegno di tutte le piccole e medie imprese italiane, molte contano meno di 15 dipendenti, fino a 3 miliardi. L’investimento, ha detto, “deve far ripartire un settore chiave dell’economia italiana”.

Kabasa ha dichiarato la scorsa settimana che la Fashion Association intende presentare un piano al governo italiano che cerca misure e strategie specifiche per aiutare l’industria come parte del fondo di salvataggio COVID-19. Il discorso di Kabasa è il primo passo in questa direzione.

“La moda italiana è una delle industrie più colpite dall’epidemia, con vendite in calo del 26% a 75 75 miliardi”, ha detto Kabasa. Ha classificato qualsiasi intervento come un investimento che consentirebbe all’industria di “essere ancora una volta una forza da non sottovalutare nell’economia e nell’immagine globale dell’Italia”.

Ha sottolineato che la moda è la seconda industria italiana, con un fatturato di quasi 100 miliardi entro il 2019. Quell’anno le esportazioni furono 71,5 miliardi di euro. Per un totale di 1,1 milioni di individui, “l’industria della moda sta reimpiegando 550.000 persone nella manifattura italiana, garantendo occupazione nel commercio e nei servizi”. La moda italiana rappresenta il 41% del settore in Europa: qual è l’industria automobilistica per la Germania.

READ  Christian Labout vende il 24% del capitale alla famiglia Agnelli in Italia

Per quanto riguarda il fondo per il recupero, Kapasa ha promesso che “Camera Nacional della Mota Italia realizzerà piani globali su sostenibilità ambientale e sociale, digitalizzazione, internazionalizzazione e formazione per garantire un futuro speciale e competitivo nel mercato globale per le nuove generazioni”.

Crede inoltre nell’accelerare gli investimenti in ricerca, innovazione e sviluppo, introducendo misure specifiche come la previdenza sociale e gli sgravi fiscali, finanziando campagne di marketing made in Italy e incrementando i fondi già stanziati.

Questi sforzi fanno parte di un’iniziativa guidata dall’industria della moda italiana, che si riunisce per aiutarsi a vicenda.

La scorsa settimana, un gruppo di leader si è incontrato per discutere le sfide e le opportunità che l’industria deve affrontare e come le grandi aziende siano state fortemente colpite dall’epidemia per le piccole e medie dimensioni.

Il nuovo governo del Primo Ministro Mario Draghi sta aprendo la strada alla ripresa del settore in quanto apre la strada alla ripresa dell’economia del Paese con un totale di oltre 200-200 miliardi di fondi di recupero Covit-19 dell’Unione Europea.

Tra i rappresentanti del team strategico di Camera Della Mota presenti all’incontro, Patrigio Bertelli, CEO del Gruppo Prada; Erlo Guildo Jegna del Gruppo Ermenikildo Jegna e Renzo Rosso, Presidente di OTB, hanno incontrato Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, associazione di 64.300 aziende del settore moda. Altri membri dell’associazione esistente includevano Barbara Beltram Giacomolo, vice presidente per l’internazionalizzazione; Alberto Marengi, Vice Presidente, Organizzazione, Sviluppo e Marketing; Il Direttore Generale Francesca Mariotti e il Presidente di Confindustria Mota Cyrilo Marcolin. Presenti anche Marino Vago, Presidente di Sistema Mota Italia e Claudio Marenci, Presidente di Herno ed ex capo di Confindustria Mota.

READ  30 Migliori Chalk Paint Annie Sloan Testato e Qualificato

Il Comitato Strategico ei marchi che rappresenta hanno confermato che produrrà un documento condiviso con Confindustria per aiutare lo sviluppo del settore all’indomani dell’epidemia, che sottolinea l’importanza della collaborazione su progetti e attività da intraprendere.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UNICITTA.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Unicittà