Boxy, Joshua Patty Pulev in tutto 9 gradi

Partita di sola andata per il campione britannico che non combatte da un anno, da quando ha riconquistato la corona: il contendente è già sul tappeto nel terzo turno, fino alla finale nel nono

Stefano Arcopelli

& commat; sarcobelli

Alla Wembley Arena di Londra (dove non combatteva da due anni) e dove divenne campione olimpico nel 2012 contro Camarelli con un controverso arbitro, Anthony Joshua ha sconfitto l’avversario bulgaro Kobrat Pulev con un ko in 2’58 “nel nono round e affermandosi come campione del mondo per il meglio Epf, Wba, Wbo e Ibo. La quinta corona, Wbc, è ora nelle mani di Tyson Fury, l’altro britannico che è stato in bilico tra una trilogia con l’americano Deontay Wilder e “Battle of Britain”. Il 31enne AJ è stato confermato dal knockout 22 di L’originale di 24 partite (una sola sconfitta per Ruiz), e dopo una sfida molto convincente, una serie spettacolare di scioperi che alla fine distruggono il Challenger .. Joshua, che non combatte da quando ha riconquistato il titolo un anno fa per punti contro Ruiz, è il vero ritorno di Joshua.

Incontro

Solo un migliaio di spettatori sono ammessi alla London Arena, c’è Floyd Mayweather a bordo ring e nessun Tyson Fury sebbene sia invitato ad assistere alla partita vittoriosa del cugino Hugh. Inizia accarezzando il portiere con i pugni sinistri. I due pugili preferiscono studiarsi a vicenda al centro del ring. Al secondo round, AJ carica la parte superiore destra dopo la raccolta e usa di nuovo la pugnalata per afferrare la seconda metà. Nella terza parte, il destro dell’inglese è preciso e apre un giro devastante: preciso, balistico, al punto da finire in corner contando. Dritto a destra e un altro, in alto a destra per il mento e Pulev scende. Un insolito terzo round per l’eroe fa la differenza, mentre il Cobra non sembra avere una guardia, in quanto oscurato dal carattere dell’eroe. Pulev raccoglie e quando interagisce, Joshua riesce a dribblare istantaneamente, dribblando in modo impressionante. Il tempismo è anche in difesa, non solo in attacco. Nel quarto round AJ cerca di rallentare e controlla la partita. Il sinistro di Joshua è sempre determinante anche nel quinto round, ed è un modo per sbloccare e sfondare il portiere avversario: l’avversario è comunque stordito e non riesce a trovare contromisure anche se raccoglie bene. Pulev prova a fare la misura ma non riesce a costruire un mix davvero efficace anche se trova un efficace gancio sinistro. Il bulgaro taglia le distanze ma non c’è niente da fare contro l’agilità dell’eroe in apparente vantaggio.

READ  I camion Covid con vaccini hanno lasciato il Belgio | Prosaviero: "L'epidemia diminuisce, ma rallenta".

Dominio

L’astensione dalla partita non cambia a metà. Joshua sembra non essere mai fermato per un anno senza match, perché è bellissimo e devastante con le alzate anche la settima volta. Il 39enne Cobra, al suo secondo tentativo ai Mondiali e con una sola esperienza di sconfitta da parte di Vladimir Klitschko, non riesce a ribaltare la situazione di stallo del match attraverso il controllo regolare del suo avversario, ottimo cassiere e nulla più. Joshua non prende un ko e finisce per soffrire proprio da Boliv. Un tentativo che resta isolato, anche se l’ottavo round è anche l’unico round a suo favore ai fini del punteggio. Quattro gambe consecutive al nono punto dell’avversario, infatti fino a 25 pollici dalla fine del turno, scende ancora, recupera ma alla fine cade. Finisce qui. Knockout dopo una partita dominante. AJ esce dal ring e va tranquillamente a salutare Mayweather. La stella di Joshua è stata rianimata. AJ ha detto: “Nella boxe devi parlare un po ‘e fare molto, l’ho fatto”. E adesso? Esiste già un accordo di principio per una sfida contro Fury nel 2021. “Sono sicuro al 100% che la lotta con Fury avrà luogo, a partire da domani inizierò a lavorare”, afferma il promotore di Joshua, Eddie Hearn. Colui che si prepara per le partite partite ai massimi livelli, per il grande lavoro sul ring.

Risultati: il massimo (World Wba, Wbo, Ibf, Ibo) Anthony Joshua (Gb, 24-1-0, 109.200 kg) b. Bolivian Cuprat (Bull, 28-2-0, 108700) Cor 9; Verdetto: Duarte (SAF); Giudici: Montella (ETA), Izaykiev (Ball), Edwards (Jeep).

Massimo: H. Fury (GB, 25-3-0,112,100) b. Wash (Ball, 36-7-0, 123.400) p. 10 (100-90, 100-90, 99-91).

Massimo (Vacant Wbc International): Bakole (Con, 16-1-0, 113,780) b. Cosmin (Ross, 15-2-0, 117100) p. 10 (98-92, 97-93, 96-94).

Superwelter: Conway (GB, 16-1-1, 71900) b. McGowan (GB, 14-2-1, 72380) p. 10 (100-90, 100-89, 100-89).

Welter: Marco (Alp, 7-0-1, 66700) c. G Stewart (GB, 2-0-1, 66.200) Barry 8.

Il peso del super bantam: Pietà (GB, 9-1-0, 56350) b. Lin (Gb, 14-10-2, 55.500) kot 7.

Written By
More from Arzu

“Partirò ad aprile 2021, a fine mandato” – Corriere.it

Jean-Pierre Moster foglie d’albero UniCreditDopo 5 anni. Rimarrà in carica Fino alla...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *