Formula 1, l’incidente di Grogan nel Gran Premio del Bahrain: macchina prende fuoco – Corriere.it

Brutto incidente per Grosjean: la sua macchina si schianta e brucia durante la Bahrain Race. Il pilota della Haas è riuscito a fuggire in sicurezza dalla sua auto in fiamme, che è stata distrutta ed è quasi esplosa a causa dell’urto contro le barriere subito dopo la partenza. Aveva ustioni alle mani e alle caviglie, oltre a sospette fratture alle costole. È stato portato d’urgenza in ospedale.

Dinamica

Tutto è iniziato dopo l’inizio che ha visto il giocatore francese Haas decollare da dietro. Un’altra macchina tocca l’Alpha Tauri di Kvyat e va dritta al corrimano a tutta velocità. In caso di collisione, il veicolo si divide in due e prende fuoco. Dramma che altre volte avrebbe portato alla morte del pilota. E questo non accade perché Grosjean non sta perdendo conoscenza e sta rimanendo calmo per togliersi le cinture di sicurezza e, con l’aiuto di un medico di pista, è in grado di mettersi in salvo. Il capo del team Haas Gintier Steiner spiega: Roman è stato ricoverato in ospedale ed è in buona salute e coscienza. Dobbiamo ringraziare la fortuna, il dottor Roberts della FIA e tutti i commissari che hanno fatto un lavoro straordinario.

Hamilton

Anche i piloti in pista hanno tremato. Il campione del mondo Mercedes Lewis Hamilton spiega: Sono così grato che Roman sia al sicuro. Wow … il rischio che corriamo non è uno scherzo, per quelli di voi che hanno dimenticato che stiamo rischiando la vita per questo sport e per quello che amiamo fare. Ringraziamo la FIA per i passi da gigante che abbiamo compiuto in materia di sicurezza e per Roman per uscire sano e salvo da questo incidente.

29 novembre 2020 (modifica il 29 novembre 2020 | 15:58)

© Riproduzione riservata

READ  La poesia di Donald Trump - Corriere.it
Written By
More from Arzu

Nomination GF VIP: chi erano i candidati di ieri 23 novembre?

Un altro incredibile episodio di Gf VIP È finita, ma chi sono...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *