Selfie con Salma Maradona, minacce di morte ai funzionari

Gli autori dei tre colpi, tutti sparati, sono finiti nel mirino degli Ultras e sarebbero stati denunciati. Uno di loro: “Una foto è stata scattata con tradimento. Stavamo preparando la bara”.

Le conseguenze dei colpi sottratti al corpo di Maradona si fecero più gravi. Dal ripudio e dalla condanna sociale, infatti, si è passati all’intimidazione e alla reale minaccia di morte. Segnalarlo è uno dei tre responsabili Prepara una foto personale Che ha girovagato per il web poche ore dopo la scomparsa di Pibe de Oro. Nella denuncia presentata ai microfoni Radio 10Claudio B. (Chi è stato identificato e colpito sul posto dall’impresa di pompe funebri in cui lavorava, così come altri autori che hanno compiuto il gesto orribile) di aver ricevuto dozzine di messaggi minacciosi e diverse minacce di morte da alcuni membri ultrà del Boca Juniors, apparentemente intenzionati a esigere vendetta nella rabbia Chi lo ha esposto a muore.

Indagini

La polizia era già stata informata e, vista la gravità della situazione, la magistratura ha deciso di agire d’ufficio contro i tre ex dipendenti dell’agenzia Benière per evitare un’ulteriore escalation delle minacce. Anche perché oltre alle minacce che ha ricevuto, Claudio B. Si segnala inoltre la presenza di “individui sospetti” davanti alla porta della casa in cui vive. Il primo passo delle autorità è stato quello di perquisire l’impresa di pompe funebri, dove, secondo fonti della polizia, “sono stati trovati altri materiali fotografici di buon gusto relativi al corpo di Maradona”.

Difesa

Tuttavia, sempre sui microfoni Radio 10Claudio B. si è difeso spiegando: “È solo un grosso malinteso. Non ho fatto quella foto ed è stata scattata con tradimento, cioè qualcuno mi ha beccato mentre preparavo la bara. Niente parata, sono in questo settore da tanti anni e sono uno di quelli che … Hanno sempre rifiutato qualche cenno del capo. Ho lavorato al funerale del padre di Maradona, nel 2015, e di certo non sognavo di fare niente del genere anche allora “, ha confermato uno dei tre coinvolti nel delitto. “Sono stato licenziato per qualcosa che non ho fatto, ma chiedo scusa a chiunque si sia sentito offeso comunque”. Parole di Claudio B. , Che stanno cercando di allentare la tensione che ha generato anche minacce di morte, ma (con ogni probabilità) non scoraggeranno la famiglia Maradona dall’intenzione di sporgere denuncia.

READ  Lukaku scatenato, qualificazioni aperte (ma sconfiggere lo Shakhtar potrebbe non bastare) - Corriere.it
Written By
More from Arzu

Donald Trump, dodici senatori repubblicani chiedono un’inversione del voto degli Stati Uniti

Donald Trump Non mollare, e ora ci sono anche 12 membri repubblicani...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *