Sky Resorts in Italia riaprirà la prossima settimana

Sky Resorts in Italia riaprirà la prossima settimana

S.Dopo aver trascorso i primi tre mesi della stagione sciistica in isolamento, Ki Resorts in Italia aprirà la prossima settimana.

Con le epidemie ora scese a 138 ogni 100.000 in Italia, i resort potranno riaprire a seconda della loro posizione dal 15 febbraio, secondo il Comitato di scienza tecnica (CDS) del governo italiano.

L’Italia attualmente gestisce un sistema nazionale di controllo del coronavirus. Solo i resort nelle Zone Gialle potranno iniziare le operazioni.

17 su 21 in Italia, la maggior parte dei resort più grandi sono inclusi le zone Il giallo è classificato come: patria della Lombardia, Livigno e Bormio; Patria degli abitanti della Valle d’Asta, Cervinia, Gormaur, Sambolak e La Duil; Veneto, dove gli sciatori troveranno Cordina di Ampezo e Araba; E la patria del Piemonte, Chestier, Sauce de Olx e Partonecia.

L’assessore al Turismo della Lombardia Laura Magoni ha detto che la notizia è stata “una boccata d’aria fresca per un settore afflitto da una crisi senza precedenti”.

“Restituendo un turismo di base alla Lombardia, credo che questa riapertura sia l’inizio di una nuova era. Credo che la montagna debba essere al centro del dibattito politico per riavviare il nostro Paese”, ha detto.

I dipendenti di Cordina hanno dovuto lavorare per sgombrare la neve dopo i recenti temporali per aprire la stazione per i Campionati del Mondo

debito:
Shutterstock / Christian Bruna

Tuttavia, i proprietari del resort sono ancora cauti. “Il virus si sta ancora diffondendo e non è da sottovalutare”, ha detto Luca Zaya, presidente del Veneto, che da oggi ospita a Cordina i Mondiali di Sky.

Luigi Pertsey, assessore allo sviluppo economico per la Valle d’Asta, ha detto che le regioni stanno lavorando insieme per utilizzare il resto dell’inverno. “Ora continuiamo a lavorare con altre regioni, con sempre più sciatori in arrivo per i prossimi 40, 50 giorni della stagione”, ha detto.

Nessun annuncio ufficiale è stato ancora fatto sui piani, ma la notizia è stata annunciata per la prima volta dai media italiani questo fine settimana, con ulteriori dettagli su quali regole saranno in vigore questo fine settimana. Questo sarà simile alle restrizioni in vigore in Austria e Svizzera, che avranno già resort aperti – con capacità limitata sull’ascensore, compresa la distanza sociale in linea e maschere obbligatorie.

Le località nelle zone rossa e arancione non devono essere chiuse, compresa l’area del Sudtirolo di proprietà di località come Val Guardana e Selva. Tuttavia, alcune autorità regionali hanno chiesto di consentire la riapertura dei resort nella zona arancione con ulteriori misure precauzionali, come l’uso di maschere FFP2. Questi sono ora obbligatori in tutte le stazioni sciistiche in Austria che sono state aperte da Natale, ma si dice che CDS abbia rifiutato l’idea.

Non è ancora noto se le persone saranno autorizzate a visitare il resort dalla loro zona, come in Austria, o se gli scivoli saranno un vantaggio per la gente del posto. Attualmente, l’Italia ha il divieto di viaggiare non essenziali tra le regioni, ma scade il 15 febbraio.

Coloro che sono i benvenuti sulle piste possono aspettarsi condizioni bellissime. Le montagne italiane, come altre parti d’Europa, sono state benedette da abbondanti nevicate nelle ultime settimane – ora località, società di risalita e pattuglie di sci, assicurando che le aree sciistiche siano sicure per i visitatori dal recente numero di pericolose morti da valanghe.

Le località italiane sono state chiuse da novembre secondo regole rigorose per prevenire la diffusione del virus corona. Ha scatenato un ampio dibattito in tutta Europa sull’opportunità di consentire alle stazioni sciistiche di aprire prima di Natale, con la conseguente chiusura degli ascensori in Italia e Francia, fino ad ora le persone sono state accolte agli scivoli in Svizzera e Austria.

Il mese scorso, i resort in Italia hanno appreso che la riapertura era stata rinviata Non è stato fino a metà febbraio che inizialmente avrebbero dovuto aprire il 7 gennaio, ma sono stati inizialmente rinviati al 18 gennaio. Le località della vicina Francia non potranno aprire gli impianti di risalita almeno fino a marzo.

READ  Scalpellini cinesi che hanno salvato l'industria italiana morente

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

UNICITTA.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Unicittà